Le Crociate: trama, cast e curiosità del film stasera in tv su Rete 4

Pubblicato il 25 Luglio 2019 alle 10:22
Aggiornato il: 26 Luglio 2019 alle 21:56
Autore: Adriana Moraldo
Le Crociate: trama, cast e curiosità del film stasera in tv su Rete 4

Stasera 25 luglio 2019 alle 21.27 su Rete 4 andrà in onda Le Crociate. Il film del 2005 è stato diretto dal più volte candidato agli Oscar Ridley Scott, regista britannico noto per pellicole del calibro di Thelma & Louise, Il gladiatore, Black Hawk Down – Black Hawk abbattuto, Sopravvissuto – The Martian e Blade Runner.

Il lungometraggio, il cui titolo originale è Kingdom of Heaven, a metà tra storia e leggenda, segue le epiche imprese di Balian, valoroso cavaliere che giunto a Gerusalemme difenderà con onore le mura della città e farà di tutto per salvare il popolo. Ma qual è la sinossi de Le Crociate?

Le Crociate: trama del film stasera in tv su Rete 4

Balian è un maniscalco francese sconvolto e lontano dalla fede da quando è venuta a mancare la moglie. Il giovane vedovo riceve inaspettatamente la visita del Cavaliere Goffredo di Ibalin che dichiara di essere suo padre. Quest’ultimo è un guerrieri al servizio della cristianità in Terra Santa e, tornato per un breve periodo in patria, cerca di convincere il figlio a seguirlo fino a Gerusalemme. Disorientato il ragazzo rifiuta ma un evento cambia completamente i suoi progetti futuri. Balian infatti dopo aver scoperto che il prete del villaggio ha depredato il cadavere della consorte uccide l’uomo e, ricercato dalla gendarmeria, è costretto a fuggire.

Accettata la proposta del padre i due si mettono in viaggio ma giunti in Sicilia vengono attaccati dai soldati francesi in cerca di Balian. Durante lo scontro viene ferito gravemente Goffredo che prima di morire lascia tutti i suoi possedimenti in Terra Santa al figlio e lo nomina Cavaliere. Affranto il protagoniste de Le Crociate giunge a Gerusalemme dove difende con onore le mura della città e sarà protagonista degli eventi che sconvolgeranno per sempre gli equilibri tra il Regno Santo e le forze dell’Islam.

Il cast del film

Protagonista de Le Crociate è Orlando Bloom che interpreta Balian di Ibelin. Eva Green è Sibilla di Gerusalemme, Jeremy Irons è il conte Tiberias e Marton Csokas recita la parte di Guido di Lusignano. David Thelwlis veste i panni del Cavaliere Ospitaliere, Brendan Gleeson quelli di Reginaldo di Châtillon e Ghassan Massoud è Saladino. Inoltre Edward Norton ricopre il ruolo di Baldovino IV di Gerusalemme, Liam Neeson quello di Goffredo di Ibelin e Alexander Siddig interpreta Nasir.

Hanno partecipato al film anche Jon Finch nei panni del Patriarca di Gerusalemme, Iain Glen in quelli di Riccardo I d’Inghilterra e Khaled Nabawy nella parte di Mullah. Infine Velibor Topić è Almerico mentre Kevin McKidd è il sergente inglese. Completano il cast de Le Crociate Michael Sheen nel ruolo del prete e Eriq Ebouaney in quello di Firuz.

Le Crociate: curiosità del film stasera in tv su Rete 4

Forse non tutti sanno che ne Le Crociate la corte di Gerusalemme è stata ricostruita nel Cortile delle Fanciulle dell’Alcázar di Siviglia in Spagna. Inoltre nel film Guido di Lusignano sfila su di un asino di fronte alle mura di Gerusalemme proprio poco tempo prima della battaglia.

La pellicola ha subito numerosi tagli a causa dell’eccessiva durata e nella versione estesa era presente anche Baldovino, il figlio di Sibilla. Infine Le Crociate a dispetto di un budget di ben 130 milioni di dollari negli Stati Uniti d’America ha incassato solo 47 milioni mentre nel resto del mondo ha superato i 164 milioni di dollari.

SEGUI IL TERMOMETRO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Autore: Adriana Moraldo

Laureanda in Lettere Moderne è appassionata di cinema, letteratura e musica. Collabora con Termometro Politico da ottobre 2018. Attualmente si occupa della sezione Termometro Quotidiano e scrive articoli di tempo libero, spettacolo, cinema e televisione.
Tutti gli articoli di Adriana Moraldo →