Pubblicato il 17/09/2019 Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2019 alle 23:05

Acqua Sorgesana ritirata: rischio microbiologico, quale lotto è?

autore: Giuseppe Spadaro
Acqua Sorgesana ritirata: rischio microbiologico, quale lotto è?

Il Ministero della Salute, in data 14 settembre 2019, ha dato disposizione e notizia del blocco e del richiamo di un lotto di Acqua minerale naturale Sorgesana. Il marchio è di proprietà del gruppo Lete S.p.A. L’azione ha riguardato il lotto di produzione con scadenza 13.02.2021 L402 14 prodotto presso lo stabilimento di Pratella (CE) ed è relativa a bottiglie di acqua minerale naturale Sorgesana 50 cl PET.

Acqua Sorgesana, motivo del blocco e del richiamo del lotto

Il motivo dell’azione? La presenza di Pseudomonas aeruginosa con relativo rischio microbiologico. Secondo quanto riferito dal sito di Skytg24 si tratta di un batterio ubiquitario rintracciabile nel suolo, nell’acqua o negli ambienti ospedalieri, non fermentante e considerato un patogeno opportunista nell’uomo. Può essere trasmesso dai cosiddetti portatori persistenti (ovvero il personale sanitario o i pazienti degli ospedali) e dall’ambiente ospedaliero. In quest’ultimo la persistenza di pseudomonas aeruginosa è facilitata da disinfettanti, apparecchi respiratori e di emodialisi, lavandini, bagni e superfici in genere.

Il patogeno colpisce soprattutto persone con basse difese immunitarie. E le infezioni possono portare problemi respiratori, al sistema nervoso centrale oppure problemi alle vie urinarie o alla pelle.

Acqua Sorgesana, ritiro preventivo da parte dell’azienda

Dal sito ilfattoalimentare.it si apprende che la società Acqua Lete – interpellata dalla redazione del sito citato – ha “precisato di avere eseguito un ritiro preventivo in attesa della revisione delle analisi già chiesta all’Istituto superiore di sanità”.

Ciò che manca sinora, come informazione con cui rendere completo il quadro a disposizione dei consumatori, è il luogo o i luoghi dove il prodotto è stato distribuito. Inoltre pur avendo risposto alla richiesta di informazione, contrariamente a quello che molte aziende decidono di fare in casi come questo, al momento non vi sono comunicazioni ufficiali pubblicati sui siti aziendali di riferimento della società produttrice.

SEGUI IL TERMOMETRO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
    Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →