Pubblicato il 09/10/2019 Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2019 alle 23:24

Milano-Torino 2019: a Superga sfreccia Woods. Valverde si arrende

autore: Lorenzo Annis
Milano-Torino 2019 a Superga sfreccia Woods. Valverde si arrende
Milano-Torino 2019: a Superga sfreccia Woods. Valverde si arrende

La centesima edizione della Milano-Torino ha regalato tantissime emozioni negli ultimi chilometri di corsa, che vedevano il classico arrivo finale nello splendido scenario della Basilica di Superga. A trionfare è stato il canadese della Education First Michael Woods, autore di un grandissimo finale che lo ha visto sfrecciare per primo davanti ad Alejandro Valverde e Adam Yates, i quali hanno completato il podio di giornata.

LEGGI ANCHE: Il rancore di Spalletti e l’occasione persa di tornare in pista

Milano-Torino 2019: il finale di gara

Solito finale per specialisti nella classica più antica del calendario, che quest’anno ha festeggiato, come detto, la sua centesima edizione. Negli ultimi 4 km i big hanno preso in mano la corsa, dopo che l’ultimo dei cinque fuggitivi di giornata, Remi Cavagna, era stato ripreso ai -20 km dal gruppo principale.

I primi a partire sono stati Woods, Haig e Gorka Izagirre, dopo l’allungo di Fuglsang per favorire il compagno; ma il loro tentativo è stato annullato nel giro di poche centinaia di metri complice anche il ritorno di Gaudu. Dal gruppo sono poi fuoriusciti anche Bernal, Valverde e Yates, quest’ultimo favorito dalla presenza davanti del compagno Haig.

Nell’ultimo chilometro si è formato un quintetto (Bernal, Woods, Valverde, Gaudu e Yates), a cui poi si sono ulteriormente aggiunti anche i coriacei Mollema e Benoot tornati sulla testa della corsa un po’ a fatica. Gli scatti e controscatti in prima persona di Gaudu non sono però bastati: all’interno degli ultimi 400 metri, Woods ha anticipato Valverde concedendosi una lunghissima volata verso il trionfo, il quarto della sua carriera, il primo quest’anno

La top ten

  1. Michael Woods
  2. Alejandro Valverde s.t.
  3. Adam Yates a 5″
  4. Tiesj Benoot a 10″
  5. David Gaudu s.t.
  6. Egan Bernal s.t.
  7. Bauke Mollema a 23″
  8. Jakob Fuglsang a 33″
  9. Kevin Serrano s.t.
  10. Enric Mas a 38″

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Autore: Lorenzo Annis

Nato in Sardegna il 1° luglio del 1996, è nel Termometro Politico dal 2017. Scrive prevalentemente di sport dividendosi tra pallone e pedali, le sue più grandi passioni sportive. E-mail: lorenzolaurens37@gmail.com
    Tutti gli articoli di Lorenzo Annis →