NBA 2020: chi succederà ai Toronto Raptors? L’analisi

Pubblicato il 21 Ottobre 2019 alle 00:53 Autore: Daniele Schillaci

NBA 2020: chi succederà ai Toronto Raptors? L’analisi

La stagione di NBA 2020 sta per iniziare con nuove corazzate che vogliono togliere lo scettro ai Toronto Raptors.

La nuova stagione di NBA 2020

Questa è stata definita da molti la stagione in cui la Nba ha cambiato di più tra est e ovest.

A partire da quest’anno sarà interessante vedere chi comanderà a Los Angeles, visto che entrambe le squadre si sono rinforzate molto con il Draft estivo. Leonard e Paul George sono approdati ai Clippers. Anthony Davis, invece ha raggiunto LeBron James ai Lakers. Ovviamente entrambe le squadre con ambizioni da titolo si daranno battaglia per dimostrare quale delle due corazzate è la più forte. Tralasciando la grande sfida sulla sponda Los Angeles, né ad est né ad ovest non c’è nessuna squadra che svetta sulle altre. A est ci sono i Bucks di Giannis, i Sixers – che hanno aggiunto alla loro rosa Horford e Josh Richardson – e i Celtic (indeboliti con un Irving in meno). A Ovest le solite due corazzate: Rockets con Westbrook e gli Utah Jazz, che hanno aggiunto Conley in reggia come playmaker. Entrambe vogliono concorrere per la vittoria finale. I Golden State hanno perso qualche pezzo importante però potranno contare sul solito Stephen Curry, che ha voglia di insaccare triple da ogni posizione.

Clicca qui per tutte le altre notizie di sport del Termometro Quotidiano

I nuovi acquisti e la pre-season di questa nuova, incerta stagione di NBA

Il Draft ha creato un giro di giocatori che non si vedeva da parecchio. Partendo dal nuovo acquisto Kyrie Irving, che ha aperto la sua esperienza in maglia Nets non nel migliore dei modi, nell’ultima gara di pre-season, in casa contro Toronto, si è finalmente visto il vero esordio dell’ex point guard dei Celtics con la sua nuova maglia di Brooklyn. Irving non ha atteso molto per prendere in mano la squadra, con 8 tiri in meno di 10 minuti nel primo quarto della gara: però, di questi ne ha segnati solo due. I Rockets hanno sostituito il playmakers Paul con Westbrook e adesso tocca a Harden, come già succedeva molto spesso, fare sia il playmaker che la guardia a Houston. LeBron James potrà finalmente contare anche sulla forza di Davies per far tornare grandi i Lakers.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Autore: Daniele Schillaci

Nato a Palermo il 3 settembre del 1997. Studia all'universita di Palermo Scienze delle comunicazioni per i media digitali.
Tutti gli articoli di Daniele Schillaci →