WWE Friday Night SmackDown: ecco cosa è successo l’8 novembre

Pubblicato il 10 Novembre 2019 alle 14:09 Autore: Daniele Incandela
WWE Friday Night SmackDown: ecco cosa è successo l’8 novembre

La WWE – archiviate le fatiche in terra saudita – è tornata in Europa per il tradizionale tour di novembre e lo ha fatto con gli atleti dello “show blu”. Ecco tutto ciò che c’è da sapere sulla nuova puntata di WWE Friday Night SmackDown, andata in scena l’8 novembre in quel di Manchester.

Dopo un breve video sull’invasione di NXT dello scorso venerdì, lo show blu si è aperto con l’arrivo di King Corbin sul quadrato di gara che, microfono alla mano ha iniziato a parlare ammettendo la superiorità di NXT della scorsa settimana ma – allo stesso tempo – addossando le colpe di tutto ciò a Roman Reigns – suo avversario di serata – ormai incapace, sempre secondo il suo pensiero, di rappresentare al meglio tale roster. Detto ciò, dopo aver inveito e preso in giro ancora l’atleta samoano, è tornato nel backstage nell’attesa del suo momento.

LEGGI ANCHE: WWE Monday Night Raw: ecco cosa è successo il 4 Novembre

SmackDown ha dei nuovi campioni di coppia: 7 volte New Day

Sempre nel backstage, Kayla Braxton ha intervistato il New Day prima del loro match titolato contro i Revival. I 6 volte campioni di coppia hanno affermato avrebbero dedicato un’ipotetica vittoria a Xavier Woods, membro infortunato della stable. Con i due team giunti sul ring, il match ha trovato il suo inizio, scoprendosi essere bello, rapido e con una buona collezione di manovre. Alla fine della fiera, grazie alla Trouble in Paradise di Kofi Kingston è stato il New Day a portare a casa il match, diventando campioni di coppia per la 7^ volta.

Nel locker room, Daniel Bryan è stato raggiunto da Sami Zayn che gli ha rinfrescato la proposta fattagli la settimana scorsa, ossia la possibilità di un’alleanza reciproca. Vedendo l’American Dragon poco convinto, ha tentato di convincerlo con gli esempi concreti de suoi due assistiti – Nakamura e Cesaro – che, a detta sua, sono riusciti a ottenere grandi risultati grazie alla sua figura.

Prima di concludere ha poi invitato Bryan a presenziare a bordo ring per il match dei suoi due “protetti”. Poco dopo – per ricordarci di essere in prossimità di Survivor Series – è continuato l’attacco di NXT allo show blu: gli Heavy Machinery sono stati attaccati dall’Imperium, poi scacciati grazie all’intervento del New Day e di altri atleti.

Dopo un breve segmento nel backstage che ha fomentato la sfida femminile a tre per SS, vi è stato Nakamura & Cesaro vs Shorty Gable e Ali, con Bryan che assisteva dallo stage. Il match – come prevedibile – è terminato con una vittoria sporca del Team hell, grazie all’ennesima interferenza di Sami. A fine match, lo stesso Zayn invita nuovamente Bryan ad avvicinarsi al quadrato, cosa che non accadrà. A seguire abbiamo poi assistito al single match femminile tra la “BossSasha Banks e Nikki Cross, conclusosi con la vittoria della prima via sottomissione.

The Fiend attacca Daniel Bryan

Dopo il single match femminile, l’instancabile Sami Zayn ha proseguito nel suo tentativo di convincere Bryan ad allearsi con lui, facendo leva sul suo ultimo periodo non proprio positivo. A un tratto, però, le luci si sono spente e a comparire è stato The Fiend Bray Wyatt, che ha attaccato e atterrato l’American Dragon con la sua “Mandible Clow“, per poi chiudere la scena con la sua solita risata agghiacciante.

È arrivato poi il momento di Tyson Fury. Il “Gypsy King” ha cominciato a decantare tutti i suoi successi nel mondo della boxe e non solo, soffermandosi inevitabilmente anche sullo vittoria ai danni di Braun Strowman. Ha affermato dunque di avere un conto in sospeso con lui, invitandolo a presentarsi sul ring. Una volta giunto sull’anello, Fury ha ringraziato The Monster among men per l’opportunità ottenuta porgendogli la mano, ottenendo il consenso di Strowman. E qui sono intervenuti i due del B-Team esprimendo dubbi su questa presunta riappacificazione. Inutile raccontare la loro fine, con i due giganti che hanno lasciato poi il ring.

Sonya Deville & Mandy Rose vs Dana Brooke & Carmella è stato invece il match che ha anticipato il Main Event di questa puntata di SmackDown, con il secondo team a trionfare e a conquistare la possibilità di rappresentare il team femminile di SmackDown in quel delle Survivor Series (match a eliminazione).

Main Evento SmackDown: Roman Reigns vs King Corbin

L’ora dei conti per i due che – per lungo tempo – se le sono promesse. Match duro, maschio ed equilibrato che è iniziato già prima dell’effettivo suono della campanella. A lungo andare questo scontro è stato poi deciso dalle interferenze continue di Robert Roode e Dolph Ziggler a favore dell’hell, grazie alle quali è riuscito a chiudere la contesa per mezzo della sua “End of Days”: trionfo di King Corbin!

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Autore: Daniele Incandela

Nato a Palermo il 5 giugno del 1998. Studente di Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni presso l'università di Palermo. Grande appassionato di sport, e in particolar modo del gioco del calcio e del mondo del pro wrestling.
    Tutti gli articoli di Daniele Incandela →