Limite minimo età utenti Instagram a 13 anni: ecco cosa cambia per gli utenti

Pubblicato il 6 Dicembre 2019 alle 13:03 Autore: vanessa caruso
Limite minimo età utenti Instagram a 13 anni: ecco cosa cambia per gli utenti

Limite minimo età utenti Instagram a 13 anni: ecco cosa cambia per gli utenti

Ormai la privacy delle consolidate piattaforme social diventa elemento fondamentale da non dover sottovalutare. Anche Instagram ha deciso di cambiare ancora una volta le sue regole, aggiungendo la verifica dell’età.

LEGGI ANCHE: Smartphone Android: nuova vulnerabilità scoperta, in cosa consiste?

L’ultimo aggiornamento per i nuovi utenti Instagram

Attraverso l’ultimo aggiornamento del social, verrà chiesto di comunicare l’età dei nuovi utenti attraverso un’apposita sezione in cui inserire la propria data di compleanno. Chi vuole iscriversi al Social deve infatti avere un’età minima di 13 anni; ovviamente, chi non sarà possessore di questo requisito non avrà la possibilità di poter accedere alla piattaforma social. Nel caso in cui al momento dell’iscrizione si volesse collegare il proprio profilo a quello di Facebook, verrà automaticamente aggiunta la data di nascita presente sul social di riferimento. Invece se non si possiede un profilo Facebook (o comunque non lo si vuole collegare), l’iscrizione avverrà in modo normale, aggiungendo la data di nascita direttamente da Instagram. Una nota del social network spiega che non verrà mostrata la data di compleanno alle altre persone della community.

L’aggiornamento Instagram garantisce dunque maggior sicurezza. Lo scopo principale è quello di allontanare i giovani minori di 13 anni dalla piattaforma, in quanto reputati utenti non ancora in grado di utilizzare Instagram consapevolmente. Inoltre, potrebbero essere anche soggetti di spiacevoli inconvenienti come per esempio il cyberbullismo, vivendo male l’esperienza social.

Instagram continuerà comunque a migliorare i propri termini di condizioni riguardo la privacy. In una nota, viene spiegato: “Questi cambiamenti rappresentano un passo in avanti nello sforzo di tutelare i più giovani, ma non significa che Instagram si fermerà qui. Nel corso dei prossimi mesi verrà studiato come le nuove informazioni potranno contribuire ad accrescere ulteriormente i livelli di protezione; ad esempio i più giovani verranno incoraggiati ad utilizzare tutti gli strumenti di controllo dell’account e della privacy che la piattaforma mette a loro disposizione“.

SEGUI IL TERMOMETRO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it