Jovic è il nome nuovo per l’attacco dell’Inter. Ma il Real lo cede davvero?

Pubblicato il 16 Agosto 2019 alle 16:45
Aggiornato il: 22 Agosto 2019 alle 15:12
Autore: Lorenzo Annis
Jovic è il nome nuovo per l’attacco dell’Inter. Ma il Real lo cede davvero?

A poco più di due settimane dal termine della finestra estiva, anche nella nostra Serie A proseguono i movimenti di calciomercato. Una delle squadre più attive fin dall’inizio è sicuramente l’Inter, ancora a caccia di un attaccante per poter completare definitivamente il proprio reparto avanzato.

L’obiettivo numero uno è neanche a dirlo Edin Dzeko della Roma, squadra che spara alto per un giocatore prossimo alla scadenza di contratto e che preferirebbe comunque inserirlo in una trattativa che porterebbe Icardi in giallorosso. Dunque resta da capire il futuro dell’attaccante nerazzurro, il quale dovrà essere deciso a prescindere entro breve tempo.

Viste le difficoltà nell’arrivare all’ex attaccante del Manchester City, l’Inter dovrebbe iniziare a guardarsi attorno per cercare nuovi profili. Secondo quanto riportato da Sportmediaset, l’ultima idea in ordine di tempo sarebbe quella che porta a Luka Jovic, centravanti serbo del Real Madrid e sentenziatore dei nerazzurri nell’ultima Europa League.

LEGGI ANCHE: Commisso: “Voglio riportare la Fiorentina dove merita di stare”

Zidane boccia Jovic e l’Inter lo punta

Acquistato dai tedeschi dell’Eintracht Francoforte soltano pochi mesi fa, Jovic sarebbe già stato bocciato dal suo allenatore Zinedine Zidane, il quale non lo reputerebbe ancora pronto per giocare nel Madrid.

Da qui nasce l’idea di una cessione, ma soltanto in prestito visto l’enorme esborso fatto per strapparlo alla lunga concorrenza, dopo una stagione che lo ha visto giocare in totale tra tutte le competizioni 48 partite, segnare 27 gol e mettere a referto anche 7 assist.

Non vi è una trattativa, ma l’idea si. Viene però da chiedersi se Jovic possa decidere di accettare di passare in nerazzurro per giocarsi una chance importante, lottando però per la titolarità con Lukaku. A meno che l’idea di Antonio Conte non sia quella di formare un duo d’attacco pesante, dunque una coppia di prime punte che andrebbe ad escludere di fatto Lautaro Martinez, al momento in ritardo di preparazione complice la Copa America disputata quest’estate.

E resta infine da capire se il Real deciderà di privarsene per quest’anno oppure se onorerà l’esborso fatto fino in fondo e dargli, di conseguenza, la possibilità di mettersi in mostra nella sponda blanca della capitale spagnola.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Autore: Lorenzo Annis

Nato in Sardegna il 1° luglio del 1996, è nel Termometro Politico dal 2017. Scrive prevalentemente di sport dividendosi tra pallone e pedali, le sue più grandi passioni sportive. E-mail: lorenzolaurens37@gmail.com
Tutti gli articoli di Lorenzo Annis →