Pubblicato il 07/09/2019

Conferenza Mancini: “Finlandia gara molto difficile. Faremo dei cambi”

autore: Lorenzo Annis
Conferenza Mancini: "Finlandia gara molto difficile. Faremo dei cambi"
Conferenza Mancini: “Finlandia gara molto difficile. Faremo dei cambi”

Dopo la sofferta vittoria di Yerevan contro l’Armenia, l’Italia nella giornata di domenica 8 settembre sarà impegnata in una nuova trasferta, quella di Tampere contro la Finlandia.

Gli azzurri si ritroveranno davanti un avversario sicuramente più debole ma comunque impegnativo e in lotta per il secondo posto nel girone. Dunque la nostra nazionale non dovrà abbassare la guardia, vista anche la presenza dell’attuale vice capocannoniere di Premier League Teemu Pukki, autore di cinque gol in quattro match di campionato fin qui disputati con indosso la maglia del Norwich.

Come di consueto, sono arrivate le parole alla vigilia del CT Roberto Mancini durante la conferenza stampa di rito. Andiamo di seguito a scoprire le sue dichiarazioni.

LEGGI ANCHE: Il calciomercato non finisce mai. Uno sguardo agli svincolati del 2020

Le parole di Mancini

Non sarà facile sfidare la Finlandia:Anche loro hanno una condizione fisica è migliore. Non hanno mai subito gol qui, sono una squadra quadrata e compatta. Questa gara per ora è sicuramente la più difficile, arriva in un momento solitamente delicato per la Nazionale perché siamo all’inizio e inoltre la Finlandia sta facendo benissimo nel gruppo: stanno meritando il secondo posto e hanno la possibilità di qualificarsi“.

Ci saranno delle novità di formazione, oltre a sostituire lo squalificato Verratti:Domani sicuramente faremo dei cambi. Pellegrini ha possibilità di giocare più in mezzo che in avanti. C’è poi da valutare la stanchezza di alcuni“.

Ci potrebbe essere spazio per qualche novità anche in attacco:Ci sono ancora due allenamenti e devo vedere come stanno Chiesa, Belotti e Bernardeschi. Giocare due partite in trasferta a inizio stagione è difficile per tutti“.

Obiettivo qualificazione con annesso utilizzo di giovani:È importante qualificarci il prima possibile. Ci dà l’occasione di provare qualche ragazzo con delle qualità, poi dobbiamo vincere ugualmente per il ranking, per il sorteggio del Mondiale. Saranno gare dove proveremo alcuni giovani, ne abbiamo bisogno“.

Autore: Lorenzo Annis

Nato in Sardegna il 1° luglio del 1996, è nel Termometro Politico dal 2017. Scrive prevalentemente di sport dividendosi tra pallone e pedali, le sue più grandi passioni sportive. E-mail: lorenzolaurens37@gmail.com
    Tutti gli articoli di Lorenzo Annis →