Emmy 2019 vincitori: attori, film e serie tv premiate. L’elenco

Pubblicato il 23 Settembre 2019 alle 15:40 Autore: Daniele Sforza
Emmy 2019 vincitori: attori, film e serie tv premiate. L’elenco

Nella notte di domenica 22 settembre, a Los Angeles, si è svolta la premiazione degli Emmy 2019. Poche sorprese tra i vincitori della serie tv drama (Game of Thrones, naturalmente), mentre tra le comedy la spunta la bravissima Phoebe Waller-Bridge con Fleabag. Tra i film tv la spunta invece l’episodio più innovativo della serie Black Mirror: quel Bandersnatch che interagisce con lo spettatore facendolo diventare sceneggiatore e sviluppatore della storia.

Emmy 2019: Game of Thrones e Fleabag trionfano

Non poteva esserci finale diverso per Game of Thrones che, vantando 32 nomination, per l’ultima volta si aggiudica l’Emmy 2019 per la migliore serie televisiva drammatica. La britannica Fleabag è stata invece premiata nella categoria Comedy: merito dell’autrice di una delle serie meglio scritte degli ultimi anni. Tra gli attori protagonisti nella categoria Drama la spunta l’afroamericano gay Billy Porter, che ha recitato in Pose, mentre la controparte femminile se l’è aggiudicata proprio Phoebe Waller-Bridge e a Michelle Williams è andato il premio come migliore attrice per la miniserie Fosse/Verdon. Sempre restando nel parterre degli attori, Jharrel Jerome si è aggiudicato l’Emmy come migliore attore protagonista nella miniserie targata Netflix They See Us. L’Emmy come migliore attrice non protagonista è andato a Julia Garner per Ozark, mentre lo stesso premio per l’attore non protagonista per una serie tv drama è andata a Peter Dinklage, il “folletto” del Trono di Spade. Altro successo targato HBO è Succession, che ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura. Altro premio per Phoebe Waller-Bridge, ma indiretto, visto che Jodie Cormer ha vinto l’Emmy come miglior attore protagonista (nella categoria drama) per Killing Eve, serie creata dalla stessa mente di Fleabag. Tornando agli script, non poteva esserci altro destino per Fleabag, che ha vinto anche il premio per la migliore sceneggiatura (oltre a quello della regia curata da Harry Bradbeer).

Premiati gli attori di La fantastica signora Meisel nella categoria Comedy, Alex Borstein e Tony Shalhoub, mentre Bill Hader ha vinto l’Emmy come miglior attore protagonista per Barry. Un premio (per l’interpretazione da “non protagonista” per la miniserie The Act) è andato anche a Patricia Arquette.

Restando in tema di miniserie, altro premio non certo sorprendente è andato a Chernobyl, che ha vinto l’Emmy come miglior miniserie, per la regia curata da Johan Renck e per la sceneggiatura di Craig Mazin. Come scritto sopra, l’Emmy per il miglior film tv dell’anno è andato all’interattivo Black Mirror: Bandersnatch.

Il prequel del Trono di Spade in arrivo?

L’elenco completo dei premi

Di seguito pubblichiamo l’elenco degli attori, dei film e delle serie tv premiate agli Emmy 2019.

  • Migliore serie tv drama: Game of Thrones;
  • Migliore serie tv comedy: Fleabag;
  • Migliore miniserie: Chernobyl;
  • Miglior film tv: Black Mirror: Bandersnatch;
  • Migliore attore serie drama: Billy Porter (Pose);
  • Migliore attrice serie drama: Jodie Comer (Killing Eve);
  • Migliore attore serie comedy: Bill Hader (Barry);
  • Migliore attrice serie comedy: Phoebe Waller-Bridge (Fleabag);
  • Miglior attore non protagonista serie drama: Peter Dinklage (Game of Thrones);
  • Miglior attrice non protagonista serie drama: Julia Garner (Ozark);
  • Miglior attore non protagonista serie comedy: Tony Shalhoub (La fantastica signora Maisel);
  • Migliore attrice non protagonista serie comedy: Alex Borstein (La fantastica signora Maisel);
  • Migliore attore miniserie o film tv: Jharrel Jerome (When they see us);
  • Migliore attrice miniserie o film tv: Michelle Williams (Fosse/Verdon);
  • Migliore attore non protagonista miniserie o film tv: Ben Whishaw (A very english scandal);
  • Migliore attrice non protagonista miniserie o film tv: Patrica Arquette (The Act);
  • Miglior Regia serie drama: Jason Bateman (Ozark: Reparations);
  • Miglior Regia serie comedy: Harry Bradbeer (Fleabag: Episodio 1);
  • Miglior Regia miniserie o film tv: Johan Renck (Chernobyl);
  • Migliore sceneggiatura serie drama: Jesse Armstrong (Succession: Nobody is ever missing);
  • Migliore sceneggiatura serie comedy: Phoebe Waller-Bridge (Fleabag: Episodio 1);
  • Migliore sceneggiatura miniserie o film tv: Craig Mazin (Chernobyl);
  • Migliore guest star femminile serie drama: Cherry Jones (The Handmaid’s Tale);
  • Migliore guest star maschile serie drama: Bradley Whitford (The Handmaid’s Tale);
  • Migliore guest star femminile serie comedy: Jane Lynch (La fantastica signora Maisel);
  • Migliore guest star maschile serie comedy: Luke Kirby (La fantastica signora Maisel).

SEGUI IL TERMOMETRO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →