Champions League: il punto sul martedì europeo

Pubblicato il 23 Ottobre 2019 alle 17:20
Aggiornato il: 12 Novembre 2019 alle 08:55
Autore: Daniele Incandela
Champions League: il punto sul martedì europeo

La prima delle due tranche dei match validi per la terza giornata della UEFA Champions League 2019/2020 è passata in archivio e ha cominciato a delineare un primo quadro abbastanza chiaro dei gironi A, B, C e D.

LEGGI ANCHE: Thiago Motta si presenta: “Sensazioni buone. Tornare qua per me è un onore”

Champions League, girone A: dominio PSG, sale il Madrid

Nel girone A è il PSG di Tuchel a fare la voce grossa. Dopo aver regolato sia il Real che il Galatasaray, è passato comodamente anche sul campo del Club Brugge con un risultato roboante: sono state cinque le reti rifilate agli avversari, due dall’ex Inter Mauro Icardi e ben tre dal baby fenomeno Kylian Mbappé. Parigi comincia a vedere gli ottavi di Champions League. Nell’altro incontro del girone, Il Real ha superato a fatica il Galatasaray in terra turca grazie al sigillo di Toni Kroos, riuscendo ad agguantare la seconda posizione.

Classifica girone A: PSG 9, Real Madrid 4, Club Brugge 2, Galatasaray 1.

Champions League, girone B: passa il Bayern, goleada Tottenham

Il Tottenham di Pochettino, dopo l’umiliante 2-7 subito contro il Bayern, ha rialzato la testa e a New White Hart Lane ne ha rifilati ben cinque alla Stella Rossa. Harry Kane, Heung-min Son e il Coco Lamela gli MVP del match. Il Bayern è andato inizialmente sotto in Grecia contro l’Olympiakos (El Arabi 23′), ma successivamente ne ha rifilati tre (Lewandowski 32′ e 64′, Tolisso 75′) ai padroni di casa cogliendo una vittoria che gli ha consentito di consolidare il primato in vetta. Inutile il gol finale di Guilherme. Anche il Bayern comincia a pregustare gli ottavi di Champions League.

Classifica girone B: Bayern Monaco, Tottenham 4, Stella Rossa 3, Olympiakos 1.

Girone C: Atalanta ko col City, Dinamo e Shakhtar si dividono la posta

Continua in Champions il percorso netto del Manchester City di Pep Guardiola. Con uno Sterling in stato di grazia, tre gol (58′, 64′ e 69′) e un assist per lui e un letale Kun Agüero (in rete al minuto 34 e 38) hanno messo in evidenza tutti i limiti di una squadra inesperta qual è l’Atalanta: 5-1 il risultato finale all’Etihad Stadium. Inutile il gol iniziale dell’atalantino Malinovskyi. Per l’Atalanta si complica ulteriormente il percorso europeo. È stato 2-2 invece il risultato finale tra Shakhtar Donetsk e Dinamo Zagabria, esito che consente agli uomini di Gasperini di continuare a sperare: ha aperto Konoplyanka (Shakhtar) al 17′, hanno ribaltato Olmo (25′) e Orsic (60′), e ha chiuso i conti Dodo al minuto 75.

Classifica girone C: Man City 9, Dinamo Zagabria 4, Shakhtar Donetsk 4, Atalanta 0.

Girone D: Juve e Atletico ok, Leverkusen ancora a 0 punti

Nel girone D continua il dualismo in vetta tra l’Atletico Madrid di Simeone e la Juventus di Sarri. La banda del Cholo ha giocato in anticipo rispetto ai bianconeri e al Wanda Metropolitano ha vinto per 1-0 sui tedeschi del Bayer Leverkusen grazie alla rete dell’ex Juve e Chelsea Alvaro Morata (78′). Sempre di misura, ma con qualche difficoltà in più rispetto al previsto, ha ottenuto l’intera posta anche la Juventus, che all’Allianz Stadium ha colto la vittoria in rimonta sui russi della Lokomotiv Mosca: dopo il vantaggio iniziale a firma Miranchuk al 30′ per i russi, ha pareggiato e subito dopo ribaltato il risultato la doppietta di Paulo Dybala (77′ e 79′). Juve e Atletico mirano a chiudere la pratica Champions League già dal prossimo turno.

Classifica girone D: Juventus 7, Atletico Madrid 7, Lokomotiv Mosca 3, Bayer Leverkusen 0.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Autore: Daniele Incandela

Nato a Palermo il 5 giugno del 1998. Studente di Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni presso l'università di Palermo. Grande appassionato di sport, e in particolar modo del gioco del calcio e del mondo del pro wrestling.
    Tutti gli articoli di Daniele Incandela →