Condivisione account Netflix addio: cosa cambia per colpa dei furbi

Pubblicato il 24 Ottobre 2019 alle 14:42
Aggiornato il: 26 Ottobre 2019 alle 15:53
Autore: Daniele Sforza
Condivisione account Netflix addio: cosa cambia per colpa dei furbi

La condivisione account Netflix è una pratica che si sta diffondendo in modo “fasullo”, esulando dal principio chiave su cui si basava questo beneficio, che di fatto consentiva a più utenti dello stesso parentado di condividere il costo mensile del servizio. Ma la cosa è sfuggita di mano e sembra esserci addirittura che rivende le password online, per poter abbattere i costi e diffondere Netflix più ad ampio raggio. La conseguenza? Ovviamente una riduzione delle entrate da parte del colosso, che ora vuole porre un freno alla questione.

Condivisione account Netflix: guerra ai “furbetti”

La guerra alla condivisione diffusa è dunque appena iniziata, secondo quanto riporta Newsweek, che riferisce le parole del Chief Product Officer di Netflix, Greg Peters. La società starebbe infatti lavorando a diverse soluzioni per mettere un freno a questa pratica e cacciare via i “furbetti”, anche se al momento non c’è ancora alcuno strumento concreto e razionale di cui si può esplicitamente parlare. Gli abbonati a Netflix stanno così passando gli accessi non solo ai membri della famiglia, ma anche ad amici e conoscenti.

Cosa dicono i termini e le condizioni di utilizzo di Netflix

Da qui può essere utile il richiamo ai termini e condizioni di utilizzo di Netflix, che stabiliscono quanto segue: “Qualsiasi contenuto visualizzato attraverso il servizio è solo per uso personale e non commerciale e non può essere condiviso con persone al di fuori della propria famiglia”. Ma si sa che i termini e le condizioni di utilizzo di un servizio non le legge mai nessuno e se c’è una possibilità di risparmiare, anche illecita, la si coglie al volo, era solo questione di tempo. “Stiamo continuando a monitorare questo problema”, ha affermato Peters. “Osserviamo la situazione. Cercheremo di trovare dei modi amichevoli per gli utenti”.  

Serie tv più viste: quali sono, trame e titoli in streaming

Condivisione utilizzo Netflix: chi lo fa di più

Stando a una ricerca citata da Hwupgrade, gli utenti più “generosi” sono quelli nati tra il 1981 e il 1996, visto che il 35% di questa fascia condivide senza problemi la password per poter fruire insieme ad amici e conoscenti dei servizi in streaming. Più restii quelli nati tra il 1960 e il 1980 (19%) e soprattutto coloro i quali sono nati tra il 1945 e il 1959 (13%).

SEGUI IL TERMOMETRO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
    Tutti gli articoli di Daniele Sforza →