Conte ha parlato: Inter, a gennaio servono rinforzi

Pubblicato il 27 Ottobre 2019 alle 16:39 Autore: Daniele Schillaci
Conte ha parlato: Inter, a gennaio servono rinforzi

Al termine del match contro il Parma finito 2-2, Antonio Conte si detto preoccupato in quanto ha visto la squadra troppo stanca per i numerosi scontri ravvicinati. Il tecnico ai microfoni ha dichiarato: “Non penso sia un’occasione sprecata. Non dobbiamo guardare gli altri, dobbiamo dare sempre il massimo. Il primo tempo non è stato ben giocato da parte nostra. Il Parma ha preparato bene la partita e noi l’abbiamo agevolato. Nel secondo tempo la squadra ha giocato bene sotto tutto i punti di vista dell’intensità e della qualità. Meritavamo di vincere la partita nel secondo tempo, detto questo posso dire poco ai ragazzi. Questa è la terza partita in sei giorni. Per via di problemi piccoli o grandi, stiamo avendo delle difficoltà. Non sono sereno da questo punto di vista. De Vrij non l’ho rischiato come Asamoah, diventa difficile affrontare una partita ogni tre giorni, con una rosa ridotta ai minimi termini. Potevamo tutti fare di più, adesso bisogna ripartire, sapendo che giocheremo a Brescia con gli stessi giocatori. Fare giocare sempre gli stessi è difficile“.

LEGGI ANCHE: Dove vedere Roma-Milan in diretta streaming o in tv

Conte ha poi continuato:C’è un dispendio di energie sia fisico che nervoso alto. Dobbiamo fare delle valutazioni insieme alla società e capire dove si può fare meglio. Sono un po’ preoccupato perché siamo solo alla terza partita e ne abbiamo altre quattro in pochi giorni. Fa parte di un percorso della squadra e della società che sta cercando di ricostruire e di fare qualcosa di meglio. Bisogna cercare di tirare fuori il meglio da tutte le situazioni, è inevitabile che anche quest’anno stiamo puntando su giocatori giovani come Bastoni e Esposito. Il campionato e la Champions sono competizioni importanti, l’Inter è una squadra importante che non può solo partecipare alle competizioni“.

I possibili rinforzi per Conte

Giuseppe Marotta è già a lavoro per portare i giusti rinforzi al nuovo tecnico. Si sono fatti parecchi nomi, quelli più caldi nelle ultime settimane sono Rakitic e Vidal. Anche se il rapporto tra le società è ottimo, entrambi gli affari sono molto difficili, in quanto i giocatori stanno facendo molto bene, soprattutto il cileno. La terza pista – quella più probabile – porta a Nemanja Matic, in scadenza e in rottura con il Manchester United.

Un altro dei reparti sicuramente da rinforzare è la difesa. Conte momentaneamente si è affidato al giovanissimo Bastoni per far riposare Godin o De Vrij, ma a giugno potrebbe arrivare Jan Vertonghen. Il difensore del Tottenham ha il contratto in scadenza a fine stagione e, in caso di mancato rinnovo, potrebbe lasciare Londra a giugno a parametro zero. Il classe 1987, che ad aprile compirà 33 anni, è stato già seguito in passato dai nerazzurri. Tuttavia le forze dell’Inter per quanto riguarda il mercato di gennaio verranno indirizzate per rinforzare il centrocampo, che è la priorità.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Autore: Daniele Schillaci

Nato a Palermo il 3 settembre del 1997. Studia all'universita di Palermo Scienze delle comunicazioni per i media digitali.
    Tutti gli articoli di Daniele Schillaci →