Autovelox anti-cellulare: come funziona il TruCam che guarda dentro l’auto

Pubblicato il 11 Novembre 2019 alle 14:02 Autore: Daniele Sforza
Autovelox anti-cellulare: come funziona il TruCam che guarda dentro l’auto

Eccedere i limiti di velocità, magari col telefonino poggiato all’orecchio e la cintura slacciata: un moderno e sofisticato autovelox potrà pizzicare tutto questo. Si chiama TruCam Telelaser ed è di fatto l’evoluzione del telelaser che siamo abituati a conoscere, ma con una caratteristica molto importante in più: la possibilità di fare video in alta risoluzione, nonché di riprendere il veicolo anche a distanza, prima e dopo la postazione di controllo, anche per evitare la consueta pratica di diversi automobilisti di rallentare solo in prossimità del dispositivo di rilevazione per poi riprendere a maggior velocità subito dopo.

TruCam Telelaser: come funziona il moderno autovelox

Il TruCam Telelaser avrà dunque la possibilità di registrare video HD, superando così il limite della mera fotografia. Inoltre sarà capace di beccare l’automobilista col cellulare in mano o la cintura di sicurezza slacciata. Ma la rilevazione avverrà solo nel caso in cui il limite di velocità venga superato, in quanto è proprio per questa finalità che il dispositivo è pensato. Sostanzialmente, questo significa che il TruCam Telelaser avrà lo scopo di stanare gli amanti degli eccessi di velocità (fino a un massimo di 320 chilometri orari), ma non è pensato per rilevare altri tipi di infrazioni se prese singolarmente.

Il TruCam è parecchio sofisticato ed evoluto e non sarà penalizzato da fenomeni meteorologici avversi (pioggia) né dalla scarsa visibilità, visto che funziona (e bene) anche durante la notte a causa della dotazione di flash e infrarossi.

Nissan Juke 2020: prezzo, interni e motori. Quando esce

TruCam Telelaser: privacy e taratura periodica obbligatoria

Infine non ci sarà nessun problema di privacy, in quanto il dispositivo è stato legittimato sotto l’aspetto della giurisprudenza (l’approvazione tramite decreto da parte del Ministero dei Trasporti è avvenuta nel lontano 2011). Diverso il discorso della taratura: proprio così come gli autovelox e i tutor (leggete quest’articolo per saperne di più) anche il TruCam Telelaser dovrà essere tarato periodicamente: nel caso in cui si chieda il certificato che dimostri l’avvenuta taratura del dispositivo, non ci saranno ostacoli nel visualizzarlo e se la taratura non è stata effettuata a dovere la multa comminata sarà nulla.

SEGUI IL TERMOMETRO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
    Tutti gli articoli di Daniele Sforza →