Tina Turner compie 80 anni: carriera e biografia della regina del rock

Pubblicato il 27 Novembre 2019 alle 12:20 Autore: Daniele Incandela
Tina Turner compie 80 anni: carriera e biografia della regina del rock

Oggi 26 novembre 2019 il mondo del rock e della grande musica in generale è pronto a celebrare la vita e la grande carriera di un’autentica regina del genere, nato e sviluppatosi negli USA intorno agli 50/60 del 900: Anna Mae Bullock, o meglio conosciuta col nome d’arte di Tina Turner, spegne infatti le sue prime ottanta candeline di una vita per buona parte vissuta sotto le grandi luci della ribalta. È dunque giusto – se non doveroso rievocare quelli che sono i tratti salienti della biografia e della carriera della “Regina del rock ‘n’ roll.

Nuovo album Robbie Williams: titoli canzoni, significato e quando esce

Tina Turner: storia e carriera della “regina del rock”

La vita, così come la carriera di Tina Turner – a discapito di quanto sia facile pensare adesso, anche e soprattutto in virtù dei grandi successi e riconoscimenti ottenuti – non è sempre stata tutta “rosa e fiori”: a momenti belli, infatti, si sono infatti alternati altri sicuramente meno gradevoli, rendendo così la vita della Turner una sorte di “montagna russa”, caratterizzata dunque da alti e bassi.

La storia e la vita privata della rockstar americana è segnata da momenti differenti che ne hanno fortificato la persona. Uno dei primi è dato certamente dall’incontro e dal successivo matrimonio col musicista Ike Turner avvenuto nel 1960. Quest’unione, infatti, seppur ha dato poi avvio al volo della carriera di Tina Turner (nascita del gruppo Ike & Tina Turner), d’altra parte, è però coinciso anche con uno dei periodi più bui per Tina, segnato sì da fama e successo, ma anche e soprattutto da anni di soprusi e di violenza fisica, condizioni che hanno poi portato alla separazione fra i 2 (1978): seguono anni di aspettative e speranze non rispettate.

Tuttavia – quando tutto sembrava non andar più nel verso giusto – avviene la svolta. La conoscenza e la collaborazione con Roger Davies, di fatto, le consente infatti una visibilità e un successo mai prima d’ora ottenuto, rendendola dominatrice incontrastata dei palchi per tutto il corso degli anni 80 e 90: sono gli anni dei grandi successi quali Private Dancer (1984), Proud Mary (1988), The Best e I Don’t Wanna Lose You (1989) e di tanti altri pezzi che hanno segnato le hit parade di quegli anni.

Negli anni 2000, invece, Tina Turner si è via via isolata dalla grande scena, permettendosi comunque qualche sporadica esibizione. Sempre negli ultimi anni, oltre a essersi avvicinata alla religione buddista, nel 2013 si è anche sposata per la seconda volta, con Erwin Bach, 17 anni più giovane di lei; ed è anche grazie al suo nuovo partner se la Turner ha poi raggiunto il traguardo delle 80 candeline: in seguito a una raffica di problemi di salute (infarto, ictus, problemi legati all’intestino e insufficienza renale), la Turner fu costretta a vivere un trascorso molto negativo, nel quale – come da lei affermato – non nasconde di aver pensato alla possibilità dell’eutanasia, ciò reso “facile” anche grazie alla sua cittadinanza svizzera acquisita nel corso degli anni, ma l’intervento e la conseguente donazione di un rene da parte dello stesso Bach ha consentito a Tina Turner di poter tornare a condurre una vita normale.

Dopo questo breve excursus, non ci resta che rinnovare i più sinceri auguri all’unica e inimitabile regina del rock ‘n’ roll.

SEGUI IL TERMOMETRO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Autore: Daniele Incandela

Nato a Palermo il 5 giugno del 1998. Studente di Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni presso l'università di Palermo. Grande appassionato di sport, e in particolar modo del gioco del calcio e del mondo del pro wrestling.
    Tutti gli articoli di Daniele Incandela →