Pubblicato il 04/11/2019

Cosimo Troncone è morto a Firenze. Chi era l’uomo originario di Casoria

autore: Guglielmo Sano
Cartello persona scomparsa`
Cosimo Troncone è morto a Firenze. Chi era l’uomo originario di Casoria

Terminano, purtroppo nel peggiore dei modi possibili, le ricerche di Cosimo Troncone; l’uomo originario di Arzano, nel napoletano, scomparso lo scorso 17 ottobre, è stato ritrovato in fin di vita a Firenze, alla fine per lui non c’è stato niente da fare.

Cosimo Troncone: la scomparsa

Alle ore 8 del 17 ottobre 2019, Cosimo Troncone si reca in compagnia della madre alla stazione di Casoria, provincia di Napoli, per prendere un treno diretto a Milano. Da quel momento in poi, del 39enne non si sa più nulla. Le ricerche cominciano proprio nel capoluogo meneghino dove l’uomo, con tutta probabilità, non è mai arrivato. Nel frattempo, la famiglia si rivolge anche alla nota trasmissione Chi l’ha visto?: in tale occasione i congiunti hanno precisato che l’uomo si trovava a viaggiare senza documenti oltre a spiegare come stesse attraversando “un momento difficile” per cui era molta la preoccupazione per la sua incolumità.

Luca Sacchi: fidanzata, ecco chi è Anastasia e punti delle indagini

Il ritrovamento a Firenze e i primi soccorsi

Due settimane dopo essere salito su quel treno, Cosimo è stato ritrovato nei pressi della stazione di Firenze, per la precisione in Via Cennini, zona Piazza Adua, nel primo pomeriggio di sabato 2 ottobre 2019. Il 118 è stato avvertito da un passante che deve averlo visto riverso a terra; all’arrivo dell’ambulanza, le sue condizioni sono apparse subito critiche. Trasportato all’ospedale Careggi, i sanitari hanno potuto soltanto dichiararne il decesso dopo aver tentato inutilmente di rianimarlo.

Come risparmiare sulla spesa nel 2019 e 2020: i consigli e le info utili

Le cause della morte: probabile overdose

La causa della morte dovrebbe essere imputabile all’assunzione di sostanze stupefacenti (i medici hanno parlato in modo sommario di “intossicazione da oppiacei”); tuttavia, solo l’autopsia, già predisposta dagli inquirenti, potrà fare chiarezza in merito. Alte le possibilità che Cosimo sia deceduto per un’overdose ma al momento tutte le ipotesi sono prese in esame dalla Polizia incaricata da indagare sull’accaduto.

SEGUI IL TERMOMETRO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it