Dove vedere la MotoGP Valencia 2019 in diretta streaming e in tv

Pubblicato il 16 Novembre 2019 alle 17:52 Autore: Guglielmo Sano
Dove vedere la MotoGP Valencia 2019 in diretta streaming e in tv

Il Motomondiale arriva a Valencia per l’ultimo Gp della stagione; tuttavia, la gara avrà un significato particolare: sul circuito spagnolo Jorge Lorenzo chiuderà la sua carriera.

MotoGP Valencia: dove vederlo

Il weekend delle due ruote comincia domani domenica 17 novembre alle 11 con la Moto3, alle 12 e 20 appuntamento con la Moto2, invece la gara della classe regina comincerà alle ore 14. La corsa sarà trasmessa in diretta da Sky sul canale dedicato alla MotoGP (208) e su Sky Sport Uno ma anche in chiaro su Tv8.

Sondaggi elettorali TP, per gli italiani ai partiti non interessa nulla del clima

La griglia di partenza

In pole ci sarà Quartararo, si tratta della sua sesta pole in MotoGP, lo segue il già proclamato vincitore del Motomondiale Marc Marquez; in terza posizione Miller, in quarta Viñales, poi Morbidelli e, solo sesto, Dovizioso. Per rivedere un italiano bisogna scorrere fino al decimo posto, occupato da Petrucci. Rossi partirà dalla dodicesima posizione, l’osservato speciale Lorenzo dalla sedicesima.

Dove vedere il GP Brasile 2019 di F1 in diretta streaming o in tv

Il ritiro di Lorenzo

“Come potete immaginare, domenica sarà la mia ultima gara in MotoGp” ha detto Jorge Lorenzo durante una conferenza stampa convocata appositamente per dare l’annuncio del suo ritiro. Il tre volte campione nella massima categoria (e due volte nella classe 250) chiude una stagione in Honda che definire disastrosa è dir poco: la scelta di abbandonare le corse sembra sia maturata anche a causa delle ultime rovinose cadute. Infatti, sempre nella stessa conferenza stampa lui stesso ha spiegato: “Il mio percorso con la Honda è cominciato male, la lesione allo scafoide mi ha fatto arrivare in Qatar in non perfette condizioni fisiche. La moto non mi piaceva, non mi dava molto confidenza. I risultati non arrivavano, però ho deciso di continuare a lavorare. Quando ho iniziato a migliorare, son caduto al Montmelò e ad Assen. Senza quelle due cadute avrei continuato, ma dopo quelle cadute ho capito di non potercela fare. Non posso lottare per vincere, dunque ho deciso di fermarmi”.

SEGUI IL TERMOMETRO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it