Halloween 2019: origine festa, significato e come si festeggia

Pubblicato il 31 Ottobre 2019 alle 15:25 Autore: Daniele Sforza
Halloween 2019 origini festa
Halloween 2019: origine festa, significato e come si festeggia

È arrivato il giorno di Halloween 2019, la festa più amata dagli appassionati di horror, streghe, licantropi, vampiri, zombie e fantasmi, un’intera giornata dedicata alla paura in questa notte delle streghe la cui vera origine è di provenienza irlandese. Dopo essere stata trasferita negli States ed essere diventata ciò che è, la ricorrenza ora si festeggia anche in Europa, con tanto di mascherate e bambini che suonano alle porte chiedendo “Dolcetto o scherzetto?”. Ma facciamo un po’ d’ordine e cerchiamo di spiegare cosa significa la festa di Halloween, quali origini vanta e come si festeggia.

Halloween 2019: le origini

Le origini di Halloween sono piuttosto antiche e ovviamente non hanno nulla a che vedere con la festa come la celebriamo oggi. Inizialmente si pensa che la festa riconduca all’antica festività romana dedicata a una della frutta, Pomona, che si svolgeva nello stesso periodo. La tesi più accreditata è però l’origine tipicamente irlandese, riconducendola alla festività celtica dedicata a Samhain, terminologia che significa “fine dell’estate”, ma anche fine dell’anno e inizio di quello nuovo.

I film da vedere questa sera: programmazione, trame horror e dove vederli

Halloween e la vigilia di Ognissanti

Halloween ricorre poi nella vigilia di Ognissanti (da qui il nome, che significa letteralmente “vigilia di tutti i santi”) e precede di 2 giorni il giorno dei morti, che ricorre il 2 novembre. Tutte ricorrenze che un po’ si insinuano in quella che oggi celebriamo come Halloween, dove ci travestiamo da spiriti e morti (con estensioni ad altre creature del fantastico e del terrore) per far visita ai vivi e ricevere da loro un pasto (il dolcetto), pena lo scherzetto, ovvero il dispetto che alcuni studiosi riconducono a quelli che le fate, creature che gli antichi irlandesi temevano, avrebbero fatto a chi non le avrebbe “premiate” con dei dolci.

Film da vedere al cinema e su Netflix questa sera

La festa emigra in America

La festa “emigrò” poi negli States seguendo il flusso di irlandesi che si trasferirono nel nuovo continente in cerca di fortuna e negli ultimi anni ha preso le sfumature commerciali che conosciamo. C’è anche un’origine puramente cattolica di questa festa, che viene collocata per l’appunto a ridosso della festività cristiana di Ognissanti, la cui data però non è sempre stata il 1° novembre e che per questo motivo è un’ipotesi confutabile. Tuttavia, come tutte le feste cristiane, Halloween avviene alla vigilia della festa vera e propria (un po’ come il 24 dicembre per Natale, festività che inizia in tutto e per tutto a partire dalla notte prima) e inoltre richiama un omaggio ai propri cari morti, a cui si lasciavano i residui del pasto affinché in quella notte potessero arrivare e nutrirsi delle cibarie e, in cambio, pregare per la loro vita sulla terra.

Migliori costumi e maschere da indossare per la festa

Festeggiare Halloween 2019

Fatto sta che tutto questo ormai resta solo nei libri di storia ed è materia di interesse solo per gli appassionati di riferimenti storici e tradizioni folkloristiche. La maggior parte del mondo che celebra oggi Halloween lo fa travestendosi da creatura dell’incubo e segue tutte le mode commerciali del momento. Può quindi essere utile riscoprire tuttavia la vera natura di questa festività e – perché no – celebrare una festività come si faceva anticamente – rispettando così la sua pura e ancestrale essenza.

SEGUI IL TERMOMETRO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →